Un Cuore de Ghiaccio

My first translation into Italian - a language I've loved since I was a student at the University for Foreigners in Perugia - so long ago that most of my photos are black and white!

 

Un’appassionante storia d’amore ambientata in Nuova Zelanda.

Kate Pleasance si sta comportando secondo le regole. Matthew McLeod non può dire lo stesso. Lei ha davvero bisogno del lavoro che lui le sta offrendo. Lui desidera l’inaspettata candidata nel suo letto. Ma se Kate fosse una spia inviata dal suo famoso padre? Matthew dovrebbe fidarsi di lei?

Raggiungili nella magnifica ed esclusiva Queenstown, famosa per gli sport estremi. Kate si lascerà andare? E Matthew è davvero l’uomo crudele che vuol far credere?

ATTENZIONE: Contiene un alto e torturato uomo con un super talento tra le lenzuola e in sala riunioni.

 

Dietro le quinte della storia

Abbiamo avuto l’occasione di visitare per due volte durante le vacanze la zona centrale di Otago, area in cui si trova Queenstown. Ha un paesaggio così caratteristico – cieli immensi, imponenti prati rossi, maestose montagne. Ho avuto in mente la storia per anni prima di pubblicarla, e ho deciso sarebbe diventata la prima della serie “Heartlands”. Come Kate, ho sorvolato le montagne su un piccolo aereo fino a Milford Sound. Anche se, al contrario di Kate, avevo mio marito con me! Fu un viaggio indimenticabile, e spero di aver reso giustizia al paesaggio. L’enorme casa di Matthew è vera, nonostante l’abbia camuffata un po’ aggiungendo qualche dettaglio e lo studio di Lottie. Sarebbe fantastico poterci vivere.

Glenorchy

Siamo nella terra de “Il Signore degli Anelli”, con cani da pastore che radunano le greggi. Si tratta di Glenorchy, dove Lottie ha dipinto ed è rimasta bloccata per tutta la notte a causa della neve. 

Kris Pearson - Queenstown

Queenstown è bagnata dalle acque del Lago Wakitipu. Qui potrete vedere la neve sui monti Remarkables – proprio come Kate.

            

                                La vecchia nave a vapore “Earnslaw”.

Creai un collage che appesi accanto alla mia scrivania mentre scrivevo “Un Cuore di Ghiaccio”. Uno sguardo veloce riusciva a trasportarmi tra le persone e i luoghi che stavo descrivendo.